Post

Visualizzazione dei post da 2012

auguri auguri

Immagine
Non tutte le feste sono amichevoli, e in qualche modo il Natale non appartiene sempre a tutti. Chi è più religioso si immerge nella fede, chi non lo è resta nel caos e nel chiasso del conformismo. A volte i due ideali coincidono, con qualche rammarico per chi, all'esterno di questo gioco grottesco, si sente più solo, fuori da una giostra che non gira per lui, e forse nemmeno per chi ci sta sopra.
Quest'anno non mi ha lasciato troppe cose positive, rileggendo di fretta i titoli, quelli che regalano e preincartano a tutti noi, pubblico, l'opinione, qualcosa pare proprio non vada al meglio e, semmai ce ne fosse ancora bisogno, sembra ben lontana ogni speranza di uscire dalla gerontocrazia, dalla retorica, dai privilegi.
Il rosso e il nero, i buoni e i cattivi, fanno ormai parte da anni e anni della nostra comunicazione, se una cosa va male, c'è un responsabile e pochi rimedi, se c'è una speranza, è solo nelle parole di chi combatte il cattivo. Nessuna prop…

colpevoli e innocenti..

Immagine
Difficile oggi fare notizia con un amministratre, un politico, che ruba. Agli occhi di un cittadino normale, in carne e ossa, fa quasi parte del mestiere e per i media di regime farne uno scoop non è, ormai, sempre così semplice, non senza banalizzare. La politica non è l'arte del buon governo, quello è un'altra cosa. E' l'arte della buona propaganda: a volte riesce, a volte si perde e degenera. Si è perso molto in qualità, per essere personaggio non importa solo la classe sociale, si può essere proiettati nel mondo del potere anche solo per motivi estetici, per scambio di favori, per corruzione e familismo. Il motore della macchina democratica sta lentamente rallentando, perpetuando il suo allontanamento dalla realtà e da quello che alcuni definirebbero "etica", fiducia. Ma non è solo un problema regionale, è un problema legato al fallimento della democrazia, alla rappresentatività che non sa rappresentare, all'umanità che non riesce a collaborare con sé…

i giorni speciali..

Immagine
I giorni speciali sono quelli che fanno parte di te, che restano, che non scompaiono. I giorni speciali sono strani, non te ne accorgi prima che ritornino in mente, tra i pensieri, prepotenti e silenziosi. I giorni speciali sono quelli che mi parlano delle persone speciali, delle persone che non se ne andranno mai, anche se non ci sono. Se rimetti a posto il puzzle ti accorgi di quante storie iniziano da quei momenti, e di quanti momenti resterai a pensare a quelle storie, sperando che non ti lascino mai solo. Ogni volta prendo un sassolino, e uno dopo l'altro lo tengo vicino, lo guardo sperando che inizi a parlare, che inizi a farmi sentire meno solo, meno fragile. O forse sono i sassolini che sono più forti, sanno di non cambiare, sanno che non è importante come sei arrivato ma quello che farai per riuscire a muoverti di nuovo, ad andare avanti, anche quando tra i tuoi sogni c'è quello di ritornare indietro a riprenderti quei momenti che ti mancano tanto. Il pensiero corre …