Post

Visualizzazione dei post da 2010

libertà

Immagine
Libertà di crescere, di diventare, di essere come si può e non come si deve.
Libertà di pensare, di conoscere la verità,
di sentirsi persona e non oggetto, numero.
Libertà di guardare, di vedere, di capire,
di contestare, di non essere d'accordo
e non per questo rifiutati.
Libertà di esprimersi, senza i vincoli
di qualcosa che ci domina, senza una cultura che non è cultura.
Libertà di esistere, senza dover pagare per avere spazio,
per avere terra, per avere.
Libertà di scegliere, senza che un sogno sia peccato.
Libertà di essere, per esserci..

consapevolezza o negazione?

Immagine
Non vi è situazione umana più tragica della persistenza di una condizione nociva per cui un rimedio è immediatamente disponibile. A differenza delle pestilenze degli anni bui o delle malattie contemporanee che ancora non comprendiamo, la piaga moderna della sovrappopolazione è risolvibile con mezzi che ci sono noti e con risorse che sono in nostro possesso. Quel che manca è non già una sufficiente conoscenza della soluzione, ma la consapevolezza universale della gravità del problema e la diffusione di informazione tra i miliardi di persone che ne sono vittime. [Martin Luther King]

il mio pensiero con te

Immagine
Chiudo gli occhi per rivederti ancora, per ritrovarci come una volta, come è stato e come un giorno sarà.
Chiudo gli occhi e ripenso a quando mi aspettavi, a quando ti preoccupavi, a quanto, in ogni cosa che facevi, ci fossi dentro io.
Non cambierà il vuoto ma noi lo trasformeremo in un contenitore, lo riempiremo ancora di più di luce perché il vuoto non è buio per forza, il vuoto non è assenza, non è mancanza. Il vuoto lo vediamo noi perché non sappiamo accettare che la vita non dà niente che non possiamo vedere, che non resta dentro, in una lacrima come in un sorriso.
Resto fermo per non perdermi, ma so che più conosco il tempo più lui si beffa dei miei momenti: io li vivo, lui se li porta via. I ricordi, i miei pensieri, sono tutto quello che posso tenermi e per questo provo a non aver paura di chiudere gli occhi, di sfiorare quel vuoto che è l'unico a riportarmi da te, con te.
Ancora una volta devo ripartire, perdo forza ma non il coraggio, perdo il tempo ma non la vita che mi sco…

rallentando

Immagine
Vado piano per capire il tempo, per leggerlo,
vorrei fermarlo, sorpassarlo per poi rallentare con lui,
sempre di più, fino a fotografare una tranquillità che mi sfugge,
una serenità impaurita dal passaggio di ogni cosa.
Eppure non c'è niente che sappia fermarsi, qui si muove tutto,
ogni cosa segue un corso strano, io non lo vedo sempre,
e mai lo controllo. Tutto è in prestito
e tutto cambia, ogni colore, ogni profumo,
ogni sensazione, ogni idea.
Lavoro per me, lavoro per cambiare anche io, per adeguarmi,
per saper leggere quello che mi circonda,
quello che vedo di fuori è dentro i miei sguardi, troppo fragili.
Quello che sento dentro è un infinito, lento, incerto, prepotente,
frettoloso scivolamento, dove il tempo si diverte a rimescolare tutto,
sempre e per sempre. Lui è l'unico a saperlo fare..