semplicità


Quando ci si ritrova fuori orario si rischia sempre di essere in ritardo, ogni giorno viaggia con dei ritmi preimpostati ..e noi con lui! Eppure ci sono momenti in cui tutto sembra esclusivo, un po' per noi, riservato a chi ha la possibilità e la voglia di sfuggire ad un mondo troppo pieno, al predefinito e al commerciale.
E così ci si ritrova su una spiaggia a fine luglio con pochissime persone, tutte più sorridenti e serene del solito, con la sabbia che non ci scotta più e l'ombrellone che non serve, anche se il sole è lì che ci guarda, un po' meno in alto forse, ma ancora caldo da accompagnarci nella sua discesa, cambiando i suoi colori fino al tramonto, fino a quell'infinito che vuole tenere tutto per sé.
Eppure lo straordinario, l'eccezionale, non vorremmo mai confonderlo col banale, rischieremmo di non essere alla moda, di raccontare ai nostri amici che facciamo salti e che non voliamo mai, che ci fermiamo nei momenti in cui tutti si spostano, che andiamo controcorrente e che ci riserviamo troppo, isolandoci, anche quando vorremmo con noi tutte le persone più care. Ma a volte la banalità è solo un contenitore preimpostato che ci ricorda quanto non riusciamo a godere dei momenti che scorrono con noi, un contenitore che nasconde una semplicità fatta a misura di un sorriso e affatto banale, quasi la banalità fosse solo la nostra incapacità di cogliere quella sfumatura e quella insormontabile differenza.
Allora ci ritornano in mente piccole e grandi cose, pensieri e poesie, le parole delle nostre nonne e dei poeti, di amici, di filosofi e scienziati, da Oscar Wilde a Newton, da Gibran a Hegel, a Leopardi che ci dice che "i fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini trovano il nulla nel tutto".. Ma forse non è sempre così, perché, anche fuori orario, so che c'è qualcuno che sa aspettarci ed esserci.

Commenti

Anonimo ha detto…
e' vero lo straordinario e' nelle cose semplici...e' dentro di noi ...tutte le volte che ci rendiamo conto che la vita è nell'attimo che viviamo...quell'attimo regalato dall'Universo ..."un tramonto bellissimo, la spiaggia tiepida, una famiglia felice che gioca in mare"...ed un amico che c'è proprio quando tu vorresti che ci fosse. Di questo sono grata all'Universo.. Titti
marco ha detto…
Oscar Wilde diceva di sé:
"..ho dei gusti semplicissimi, mi accontento sempre del meglio.."
..e ancora che
"..i piaceri semplici sono l’ultimo rifugio della gente complicata."
Isaac Newton invece: "..la verità si ritrova sempre nella semplicità, mai nella confusione."
ale ha detto…
stasera, per esempio, a ridosso delle mie tanto sospirate ferie, non immagino né desidero grandi cose: una vacanza ai caraibi, divertimenti folli, conoscenze, un uomo vero (be'quello a trovarlo, magari), discoteca, ricchezze, una casa mia (anche questo è un lungo discorso)... No. stasera vorrei solo il mio gatto vicino, qui con me, a farmi compagnia. sentire il suo pelo di pelliccia sotto le mani, vedere i suoi occhi che si chiudono, ascoltare il motore delle sue fusa. solo questo. ale
marco ha detto…
Le piccole cose sono contenitori infiniti se ci sappiamo guardare bene dentro, per fortuna ci sono momenti in cui sappiamo goderne, in cui riusciamo anche a condividerle magari. Il senso dello straordinario parte un po' pure da lì in fondo, e quando le grandi cose arriveranno tanto meglio, persone giuste comprese..

Post popolari in questo blog

quest'amore..

stasera ho sonno..

cineforum