kyashan - la rinascita

Kyashan (Casshern) la rinascita è un film di fantascienza del 2004 diretto da Kazuaki Kiriya. Giunto in Italia soltanto nel luglio 2006. Questo film, a mio avviso, può inserirsi nel filone, più generale, di film distopici. Per "distopia", o "utopia negativa", si intende l'avverarsi di una società indesiderabile, non utopica, sotto tutti i punti di vista; ricordiamo che "1984" di Orwell è definito, per eccellenza, il romanzo dell'utopia negativa.
Questo film è basato su un cartoon, anime e "manga" (fumetto), del 1973 considerato uno dei capolavori dell'animazione nipponica, una sorta di telefilm in cui "si intrecciano fantascienza, azione, sentimenti, richiami al sociale, ai personaggi ed ai grandi orrori delle dittature nazi-fasciste. Un'opera che esce dai confini convenzionali, rivelandosi una vera e propria pietra miliare" [Wikipedia]. Il film, pur discontandosi in diversi tratti dalla storia del cartoon originale ne conserva i suoi lati comunicativi e tematici, soprattutto nel richiamo alla reazione al controllo dittatoriale, sia psicologico che culturale. Credo possa avere alcuni lati comuni al fim "Orwell 1984", soprattutto, come si vede dal trailer, nel tipo di ambientazione (nel trailer fate caso alle scene e ai colori usati nella pellicola).
Come ulteriore spunto, anche qui sarà interessante ricercare l'eventuale collegamento del "buono e bello" e del "cattivo e brutto", tratti sempre marcatamente risolutivi di un assonanza a cui siamo culturalmente abituati.

Commenti

Anonimo ha detto…
Mi piace questo modo di analizzare e di presentare un film.. si aprono delle interpretazioni che in superficie non potrebbero esserci. 1984 di Orwell è un romanzo a dir poco profetico, comunque anche per questo film mi aspetto di rivederlo insieme, ti sacrifichi vero?
marco ha detto…
Secondo me il film è molto "complesso" e alterna fasi più lente, direi troppo, ad altre troppo veloci e caotiche, costruendo una trama difficile da accostare al cartoon e da seguire. Il finale invece rivaluta la storia riportando il fantastico all'attuale. Me l'aspettavo un po' diverso ma questo non è negativo; ancora non mi è chiaro chi fosse il vero "cattivo" però, ciao..
Anonimo ha detto…
Ciao a tutti...il film è stato, per me, difficile da seguire. Però devo riconoscere che aveva un compito importante...Portare questo messaggio:
MAI PIU' LA GUERRA!!! MA PIU'!
il succo della pellicola si racchiude nel messaggio finale del protagonista: un messaggio di amore, di rispetto reciproco, annullamento del giudizio dell'altro, tolleranza.
Forse le guerre - orrori dell'umanintà selvaggia - servono proprio a questo: comprendere quanto sia importante vivere in pace, nel confronto reciproco e mai nello scontro, aiutandosi vicendevolmente.
La violenza allontana solo dalla verità e porta con sè tanta infelicità e aggiungerei l'infelicità di tutti.
Un abbraccio a todos....
Simone ha detto…
Secondo me il film può essere interpretato sotto tanti punti di vista: il ricordo della seconda guerra mondiale, un ipotetico futuro o un 'interpretazione del presente. Di fatto io ho visto morte e distruzione; mi direte non solo quello ma il resto è la fuga finale di due anime verso un altro pianeta sinonimo probabilmente di reincarnazione o di un al di là meglio del tanto "non accettato" di qua.
Ciao a tutti
Anonimo ha detto…
per essere lento è normale, dato che gli "asiatici" hanno questo tipo di "problema" della comunicazione, questo si vede anche in molti molti videogames nipponici dove si parla molto durante le fasi di intermezzo
Anonimo ha detto…
Salve!
Venerdì non ce l'ho fatta a venire, allora ho messo a scaricare questo film!
A dir la verita' questi commenti non mi hanno fatto venire la voglia di vederlo!
Il trailer non e' male ma evidentemente...

Ciao Cris
Simone ha detto…
Ciao Cris,
guarda visto che lo hai scaricato il film vedilo che cmq ha il suo interesse e la mia è un opinione anche se a me piace essere oggettivo. Quello su cui bene o male concordiamo tutti , mi pare di aver capito, è la guerra dall' inizio alla fine che è un poco difficile da "metabolizzare", soprattutto quando poi dopo il film uno ci va a dormire sopra. Confesso che dopo la visione di Kyashan ho fatto un bel giretto in auto prima di andare a letto.
Io ho visto: 300, The Fountain, e Kyashan. Per la prox volta proporrei un film con sole, un po di allegria, e meno lotte o malattie.
bye a tutti i cinefili e non
ale ha detto…
be' allora potremmo vedere un film dei miei, tipo ragione e sentimento o firelight. non sono sdolcinati ma riportano indietro a un rapporto uomo donna su cui sarebbe interessante riflettere. ale
Anonimo ha detto…
Allora Final Fantasy The Beast Within, capolavoro del cinema d'animazione
Anonimo ha detto…
che ne dite?
ale ha detto…
fabio, ti prego, stavolta vorrei un po' di amore felice e bei paesaggi, belle musiche, qualcosa di femminile e sensibile...rimandiamo l'animazione a un'altra volta. sostenetemi! ale
marco ha detto…
Venerdì scorso, con Tiziana, pensavamo di proporre qualcosa di un po' più leggero e avevamo in mente:

- come tu mi vuoi;
- molto incinta - knocked up.

Visto l'interesse già di alcuni di noi.. proporrei di segnalare qui eventuali preferenze tra questi due, così predisponiamo poi il post definitivo. Ciao.
ale ha detto…
se avete già deciso...ma io insisto per vedere un mio film storico d'amore, meno attualità, meno nichilismo morale. mi pare che finora avete scelto secondo i vostri gusti. venitemi incontro allora.ale

Post popolari in questo blog

the fountain

quest'amore..