last minute marocco


Un viaggio all'inseguimento della libertà, delle libertà. Un film del 2006, girato in parte a Roma, e in parte in Marocco (Ouarzazate, Marrakech e Essauira) che riprende argomenti simbolici ed intensi come quelli del viaggio, del cambiamento e della possibilità di riprovare a vedere tutto da un punto di vista diverso e continuo..
L'inseguimento di quello che cerchiamo si disegna qui in una continua altalena di tensioni e di successi, di libertà negate e da ritrovare, libertà e negazioni che si distendono oltre i confini e le culture, libertà da inseguire e per le quali, per ciascuno, è richiesto un piccolo ma inevitabile salto nel vuoto.

Commenti

francy ha detto…
L'avevo visto e lo rivedrei molto volentieri. Certo tante storie in un viaggio, ma anche tanti viaggi diversi in ciascuna storia, diventano la vita di ciascuno di noi, non pensi?
ale ha detto…
ciao,il film mi è piaciuto soprattutto perchè si respirava un clima di serena integrazione tra stranieri e italiani...qualcosa che nella vita reale è più difficile. infatti ho come l'impressione che le ultime produzioni cinematografiche e televisive siano tutte improntate a un messaggio di pacifica tolleranza, una sorta di grande fratello educativo per le masse. sappiamo bene infatti quanta diffidenza e quanto razzismo ancora circolino nelle nostre coscienze. ma ben venga un messaggio positivo. il marocco poi è stupendo, anche se quello mostrato dal film era quello più aspro e selvaggio dell'interno e non quello solito da cartolina (mare e deserto). grazie marco per questa bella iniziativa che ci spinge a riflettere dopo il divertimento. ale
Anonimo ha detto…
Il film mi è piaciuto perchè pieno di OTTIMISMO.
Anch'io, come Ale, ho letto il messaggio positivo di una serena integrazione... e poi...ancora altro...Il fatto che tutti hanno un posto nel mondo...che il nostro compito è trovarlo: Il ragazzo che parte per il Marocco e lì ritrova e riscopre suo padre...La ragazza marocchina che ha il coraggio di rivelare alla sua famiglia di origine l'amore per un italiano...il padre della ragazza, che suo malgrado, lo accetta...Una madre apprensiva che smette di concentrarsi sull'ex marito...lasciando quest'ultimo finalmente libero di prendere la sua strada e liberando anche se stessa. ognuno ha il suo posto nel mondo..dobbiamo avere il coraggio di affermarci e di conquistarlo....E se ognuno di noi provasse veramente a lasciar andare le cose, a vivere in pace con se se stessi e con gli altri. se provassimo veramente ad accettarci, ad avere fiducia in ciò che verrà, a lasciar andare ciò che non si può trattenere...(se non lo si può trattenere una ragione ci sarà ...la vita è intelligente, ha uno scopo e non può sbagliare).... Io ho letto anche questo messaggio... Mi unisco ad ale negli apprezzamenti per l'iniziativa del cineforum. Un abbraccio a tutti. titti.

Post popolari in questo blog

quest'amore..

stasera ho sonno..

cineforum