quest'amore..


Ogni giorno è importante ma il mio augurio per oggi, per tutti e per qualcuno in particolare, lo scrivo da qui, con le parole in prestito da Roberto Lerici e Gigi Proietti, parole che hanno più di trent'anni, parole che ricordano quanto possono sfuggire alcune cose tanto semplici, alcuni desideri, alcuni sogni.. E quanto dobbiamo imparare sempre per viverli davvero, quando arrivano e sembrano già passare, sfuggenti.
Un pensiero speciale vorrei arrivasse a tutti quelli che metteranno il cuore in tutto, nell'amore che c'è, nell'amore che inseguiamo, nell'amore che non accetta di piegarsi e che è sempre lì, forse un po' impaurito per proteggersi, come noi, ma vivo..

Quest'amore..
Quest'amore malato, denutrito, fatto di parole smozzicate;
Prima che il vuoto tutti ci divori, che venga, venga presto il tempo in cui ci si innamori.
quest'amore usato, digerito, buttato in pasto al popolo ignorante, come fosse una cosa interessante.
Quest'amore corrotto dalla noia dei grandi amatori della storia, masticato da cento letterati, vomitato da principi, prelati;
quest'amore che accoglie, che perdona, fatto per gente dalla bocca buona,
è un amore di fradicia letizia, che assolve tutto, pure l'ingiustizia;
quest'amore sciancato, deficiente, sbattuto sulla faccia della gente, come l'osso al cane disperato;
quest'amore scarnito, rosicchiato, coi suoi stracci di corpo denudato;
quest'amore di cui si parla tanto, celebrato con tutte le gran casse;
quest'amore è disceso fra le masse, elargito per grazie del potere perché tutti ne possano godere,
è un amore deforme, malandato, generato dal vecchio capitale tra le cosce del mondo occidentale.
Per questo amore è meglio non cantare, perché non c'è una musica che tenga
per questa mia canzone sgangherata, non so nemmeno cosa la sostenga.
Avesse almeno la grazia più scolata di una puttana, sola, disperata, piuttosto che la facile malìa, il fascino merdoso di questa borghesia!
Ma quell'amore, che era una certezza, si è assopito con l'ultima carezza.
Ha ripiegato pian piano le sue foglie, rinunciando per ora alle sue voglie.
L'anima mia per questo si è ammalata..., non sogna più, e resta addormentata.
Prima che il vuoto tutto ci divori, che venga, venga presto il tempo in cui ci si innamori.
Prima che il vuoto tutti ci divori, che venga, venga presto il tempo in cui ci si innamori.
[Gigi Proietti e Roberto Lerici]

Commenti

ale ha detto…
sì, è stata proprio una bella serata ieri al gran teatro...e la poesia sottolinea quanto si straparli d'amore, senza sapere bene cosa si fa.che cos'è l'amore? domanda cosmica e immortale...certo non è l'urlo facile dei nostri tempi. piuttosto un atteggiamento interiore, che diventa esteriore, nei confronti del mondo. io penso che se uno ama, si vede. anche senza fidanzati o relazioni.come dice osho, l'amore non è una relazione, è un modo di essere che diffonde benessere e gioia. per il resto,auguri a tutti gli innamorati di oggi e anche a quelli che sperano di innamorarsi (come me), ricambiati, stavolta...lamtumire i dashur
francy ha detto…
l'amore sì, è in tante cose e a volte queste ci sfuggono. In due, soprattutto quando ci si completa, anche mentalmente, tutto sfugge un po' meno. Forse perché cerchiamo di capire un po' meno il banale, lasciandoci trasportare di più dalla magia verso l'essenziale, incontrandoci davvero..
L'amore è libero e non può essere incanalato in nessuna gabbia borghese.

Post popolari in questo blog

stasera ho sonno..

cineforum